Breaking News
Home / Mente / Memoria / Come allenare la mente : tecnica dei loci

Come allenare la mente : tecnica dei loci

Come allenare la mente : tecnica dei loci

 

allenare la mente

Allenare la mente?

Spesso quando decido di scrivere un articolo, preferisco prima guardarmi intorno per capire meglio cosa gli ” esperti della crescita personale ” professano al riguardo

Ma devo dirti che…

mai come sta volta sono rimasto letteralmente contrariato da quello che ho letto, e per questo ho deciso di fare chiarezza sull’ argomento

Mi sono trovato infatti tutta una serie di articoli che spiegava in maniera più o meno bambinesca le varie tecniche per allenare la mente e per ottenere risultati migliori

La verità dei fatti è che molti dei siti la fuori, oltre a fare una notevole confusione  tentano puntualmente di venderti il sacro graal della memoria o la pillola magica con i relativi effetti immediati

Quando si parla di allenare la mente, lasciami dire che le cose non stanno proprio cosi

Come in tutti i campi della crescita personale, possiamo realmente ottenere un miglioramento delle nostre condizioni, in questo caso mnemoniche , solo se decidiamo di fare qualcosa a riguardo

Nemmeno a dirti che all’ inizio ci vuole tempo e una buona dose di pazienza che non guasta mai

ma credimi… con uno sforzo costante la tua memoria può fare passi da gigante

Quando ho iniziato a seguire questo percorso la mia memoria faceva acqua da tutte le parti e non riuscivo nemmeno a ricordare gli argomenti studiati il giorno prima

Una situazione abbastanza grave, non credi?

Bene, posso dirti che adesso le cose sono cambiate radicalmente

Un sistema che mi ha aiutato particolarmente in questo percorso, è quello dei loci

Sicuramente ne avrai sentito parlare, ma oggi vedremo chiaramente il corretto funzionamento e le possibile strategie da adottare in caso di necessita particolari

 

Tecnica dei loci : allenare la mente è un divertimento

 

E’ si caro amico mio, alla fine di questo percorso sarai talmente soddisfatto della tua memoria che ricordare le cose sarà un vero e proprio passatempo

Ma prima vediamo un pò di capire come nasce questo sistema

La storia è veramente interessante e merita attenzione

Il sistema dei loci trae la sua origine da un racconto avvenuto su un banchetto nel 500 a.C.

(Simonide)

Vede protagonista , Simonide (un poeta) , e il nobile Scopas

Quest’ ultimo infatti in occassione dell’ enorme festa che aveva organizzato aveva assoldato il poeta al fine di elogiare direttamente la sua persona

Simonide recitò la poesia come ordinato, ma…

Scopas letteralmente geloso degli elogi agli dei che precedevano quelli rivolti alla sua persona, decise di pagare la meta del compenso pattuito al poeta e lo fece cacciare fuori dalle sue stanze

Gli dei profondamente adirati dal comportamento di Scopas, una volta uscito Simonide distrussero la sala del ricevimento, Scopas e la festa intera

I corpi furono talmente martoriati dalla furia degli dei che vennero ritenuti irriconoscibili

I greci a quel tempo non andavano molto forti con la prova del Dna, ma fortunatamente la sola presenza di Simonide bastava

Il poeta infatti grazie alla tecnica dei loci ricordava esattamente la posizione dei partecipanti alla festa e cosi fu facile riconoscere i corpi

 

Tecnica mnemonica dei loci : Vediamo le basi

 

Nella sua forma piu semplice la tecnica mnemonica dei loci funziona semplicemente legando luoghi e immagini lungo un percorso a noi  familiare

Le immagini rappresentano in buona sostanza le cose da ricordare, che vanno collegate a punti fissi che sei sicuro di incontrare lungo il tuo itinerario mentale

Il tragitto che devi percorrere con la tua mente deve esserti piu familiare possibile e inoltre dovresti averlo ben impresso in mente

Questo percorso rappresenta la base della tecnica, quindi è molto importante

Mettiamo caso che come percorso tu abbia scelto il tragitto che fai per tornare a casa tutti i giorni fino al suo interno con le relative stanze ed ambienti

In questo breve segmento devi essere in grado di individuare dei punti fissi ai quali poi dovrai associare le immagini o le cose che vuoi ricordare

Per esempio nel tuo percorso per arrivare a casa, potresti incontrare alcuni luoghi fissi come un benzinaio, un grande albero sul ciglio della strada una palestra e cosi via…

Questi sono quelli che vengono chiamati essenzialmente loci

Richiama mentalmente il tragitto che faresti per tornare a casa e individua tutti questi punti fissi fino ad entrare in casa tua

Potresti vedere in questa seguenza i seguenti punti:  un semaforo, un passaggio pedonale che fai tutti i giorni, la casella della posta

Adesso dovresti essere quasi davanti casa tua , puo vedere il portone  poi un ascensore delle scale e cosi via

Tutti i punti che individui come particolarmente impressi nella tua mente vanno bene come loci

Ora devi entrare mentalmente dentro casa.

Trova un oggetto fisso da utilizzare come localizzazione, un soprammobile una lampada in salotto

Poi spostati nella prossima stanza e scegli qualcosa di abbastanza evidente , se sei in cucina potresti soffermarti sul micronde, la vaschetta dei pesci, il set di coltelli

Poi entra in un altra stanza e cerca altri loci

Continua fino a che non hai esaurito tutte le stanze

Alla fine riprendi il tuo percorso stabilito e prova a ricordare tutti i loci presi in considerazione

Tieni a mente che se non ricordi tutti i punti fissi in maniera estremamente veloce e facile la tecnica presa in esame non può funzionare

Questo sarà il tuo percorso fisso ed è importante che sia vivido nella tua mente

Ripassa i tuoi loci ancora una volta e…

Bene adesso sei pronto per memorizzare

Immaginiamo che tu abbia una serie di cose da ricordare durante la giornata

Quindi proviamo subito con un esempio adatto:

 

Lavare la macchina

Stirare le camicie

Comprare i limoni

Scrivere per Il Vero Mentalista

Preparare i video

Telefonare a Leonardo

Comprare libri su amazon

Preparare la valigia

 

Ora puoi iniziare il percorso dei Loci…

NB  per rendere tutto più chiaro ti consiglio di seguire passo passo questo esempio prima di provare

Allora la prima voce da ricordare è “lavare la macchina” , quindi posiziona l’ immagine  della macchina pulita davanti alla tua prima localizzazione

In questo caso non devi fare dei collegamenti ma devi semplicemente avere una rappresentazione visiva abbastanza evidente della macchina proprio dove vuoi vederla.

Se il tuo primo punto fisso è un benzinaio, potresti immaginare la tua macchina che si fa la doccia con la pompa della benzina

Insomma deve essere qualcosa di particolarmente impattante, poi passa alla localizzazione successiva

Al secondo punto fisso attaccaci la seconda voce dell’ elenco “stirare le camicie

Anche in questo caso assicurati che l’ immagine sia ben evidente, magari visualizza proprio una delle tue camice

Per esempio, il secondo punto del mio percorso è un grande albero sul ciglio della strada

Quindi mi immagino questo grande albero, tutto impettito,  vestito in camicia ( la mia camicia) con un ferro da stiro in mano

Adesso puoi continuare la lista sopra oppure puoi crearne direttamente una tu, con le tue cose da fare

ricordati però di collegare ogni punto della lista con un luogo fisso, senno la tecnica non funziona

Se “comprare libri su amazon” si collega, per esempio con la lavastoviglie della cucina,

potresti immaginare i libri che vengono direttamente sputati fuori dalla tua mega lavastoviglie parlante

Naturalmente ognuno ha la propria immaginazione, la tecnica infatti funziona solo con immagini che sono emotivamente sensibili a te

Non tutte le immagini vanno bene per tutti, quindi assicurati di utilizzare delle tue

Una volta finito l’ intero percorso avrai in mente tutta la lista delle cose da fare come per magia

Basterà infatti percorrere mentalmente di nuovo il percorso per far apparire le varie voci dell’ elenco

Se alcune immagini risultano appannate o confuse, prenditi del tempo per sostituirle con alcune che siano più impattanti

Le immagini infatti devono essere vivide e nitide,ti consiglio infatti di prenderti qualche istante per ogni visualizzazione cosi da rappresentarle in grande nella tua mente

Inoltre le visualizzazioni devono essere abbastanza insolite da rimanere impresse nella mente

E’ arrivato il momento di passare al livello avanzato!

 

I palazzi della memoria

 

 

Bene adesso che hai capito le basi, possiamo passare su qualcosa di più specifico

Infatti come puoi notare il sistema della sua forma elementare presenta alcune limitazioni

Una fra tutte quella di non poter ricordare più di una lista alla volta

Se provassimo ad iniziare allo stesso tempo un altra lista con lo stesso percorso infatti finiremo per confonderci

Quindi l’ obiettivo successivo è quello di aumentare il numero dei loci in ciascuna stanza della tua abitazione

Per esempio il bagno non offre solo lo specchio ma la vasca, il mobiletto del bagno e cosi via

Il trucco sta nell’ estendere nel nostro percorso anche questi piccoli loci

La cosa importante è che le stanze non diventino confusionarie,

tutte le immagini devono essere ben ordinate e facilmente distinguibili una dall’ altra.

Un buon consiglio che mi sento da darti in questo caso è quello di far avvenire le varie azioni dentro qualcosa

Ricordi l’ immagine dei libri sputati dalla lavastoviglie

Quando usi piu loci in una stanza tieni a mente di mantenere non solo un ordine visivo, ma anche un ordine cronologico delle immagini da visualizzare

Io per esempio, inizio sempre in senso orario partendo da qualcosa immediatamente vicino alla mia sinistra per poi passare tutto il resto della stanza nello stesso verso

Questo facilita di molto le cose

Quando sei riuscito ad ottenere il maggior numero di loci possibili, puoi definitivamente passare alla tecnica successiva

Quella dei palazzi della memoria infatti permette di aggiungere degli ambienti al tuo percorso iniziale

Puoi aprire infatti dei veri e propri scenari immaginari nei quali mettere tutte le cose da ricordare

con il lusso di poter tornare in questi luoghi in qualsiasi momento

Potresti a tal proposito aggiungere delle vere e proprie stanze alla casa

Basta immaginare un porta extra ed il gioco è fatto

Quando iniziai ad utilizzare queste tecniche per la prima volta, usai le stanze del palazzo di varsailles che avevo più volte avuto modo di osservare nei vari documentari, per estendere la mia abitazione

Nemmeno a dirti fin da subito che , l’ impiego di luoghi che non si ricordano nitidamente, non sono affatto l’ ideale

In questo caso ci sono due diverse teorie per ottimizzare il sistema

La prima sostiene di creare degli ambienti completamente frutto della fantasia

Questa è una pratica che sconsiglio vivamente, in quanto dovremmo prima sforzarci di ricordare i luoghi e poi le immagini in esse contenuti

La seconda invece afferma di utilizzare degli ambienti che già conosciamo

Se per esempio ricordi in maniera abbastanza evidente il parco  di fronte casa tua, puoi utilizzarlo per estendere il tuo palazzo della memoria

Una porta 0 una finestra che da su questo nuovo ambiente potrebbe fare al caso tuo

L’ importante è avere a disposizione ambienti e immagini vivide cosi da non sforzare troppo la nostra memoria

Prima di lasciarti ho un altro consiglio da darti

 

Quando trovo un luogo che voglio usare per estendere il mio palazzo, mi soffermo a guardarlo per 10 minuti

In questo modo riesco ad individuare i loci più evidenti e mi assicuro di ricordare bene l’ ambiente

Se questo poi non fosse abbastanza potresti letteralmente fotografare il luogo

A tal proposito ti consiglio di farlo quando non è pieno di gente, in modo da assicurati di non compromettere la tua immagine

Buona pratica

Per saperne di più ti invito ad iscriverti al gruppo facebook del Il vero Mentalista 😉

Chris

 

 

 

 

 

 

 
Top